Home » Catalogo Corsi 2019 » Schede Corsi Codice B

Schede Corsi Codice B

Corso B01

CRITERI E METODI PER PROGETTARE E DOCUMENTARE UN SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA'

Condurre e far funzionare un'organizzazione con successo richiede una gestione sistematica, visibile e adeguata. Nonostante le esigenze delle varie Organizzazioni siano differenti, sono state individuate delle linee guida fondamentali valide per qualsiasi dimensione di Organizzazione e settore merceologico che possono e devono essere seguite per progettare e documentare un Sistema di Gestione per la Qualità (SGQ). Il Manuale e la rimanente Documentazione del Sistema di Gestione per la Qualità (Procedure del Sistema di Gestione per la Qualità, Procedure di Processo, Piani Qualità, Istruzioni, Modulistica) sono la premessa indispensabile per:

-   la certificazione del Sistema di Gestione per la Qualità da parte degli Organismi preposti nazionali ed esteri;

-   la valutazione ed approvazione del Sistema di Gestione per la Qualità da parte dei committenti;

-   la gestione ottimale della Qualità ed il suo miglioramento continuo. 

Corso B02

CORSO PER AUDITOR INTERNO ISO 9001:2015

L’auditor interno come protagonista secondo l’approccio non minimalista

Esiste un approccio minimalista alla qualità: lo ha dichiarato chiaramente Nigel Croft, presidente della sottocommissione ISO / TC 176 / SC 2 che ha generato l’ultima revisione della ISO 9001. Questo approccio minimalista è quello che ha come obiettivo il conseguimento di un certificato cartaceo, che attesta la conformità ai requisiti della norma. Ma la certificazione non è la finalità principale della ISO 9001, come ha evidenziato un altro componente della medesima sottocommissione, Scott Dawson. La ISO 9001 ha come fondamento i processi aziendali e punta anzitutto al miglioramento della loro efficacia per accrescere le possibilità di successo delle aziende sul mercato. Mentre proliferano modelli preconfezionati e applicazioni software per effettuare l’analisi del contesto e descrivere rischi ed opportunità, questo corso di AICQ Centronord parte dalla considerazione del primo rischio che occorre tener presente, ossia che il sistema di gestione per la qualità non si fondi sull’effettiva conoscenza del contesto interno oltre che di quello esterno e che non sia un sistema proprio dell’azienda, orientato verso i suoi specifici obiettivi. Difatti se il sistema di gestione per la qualità non è controllato e diretto dai suoi reali protagonisti ma modellato in funzione di consulenti e certificatori, si genera uno scollamento dannoso oltre che privo di valore aggiunto. Risorse e tempo rischiano di essere indirizzati verso una conformità costruita a tavolino ma che non focalizza i reali obiettivi aziendali e che non è integrata nella effettiva gestione operativa di ogni giorno. Da comoda tuta di lavoro, come dovrebbe essere, il sistema di gestione si trasforma in una camicia di forza, che non a caso sembra

 

LOCANDINA B02 LOCANDINA B02 [106 Kb]

Corso B03

LA GESTIONE PER PROCESSI NELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA

Ripensare l’organizzazione in modo da renderla più efficiente, più efficace e flessibile è lo stimolo che viene dall’edizione della norma ISO 9001 che raccomanda l’utilizzo dell’approccio per processi. Tuttavia, per una piccola o media organizzazione, può non essere agevole passare da uno schema tradizionale all’approccio per processi, che consiste nell’individuare i processi e governarli. Durante il corso i partecipanti potranno, grazie alla metodologia particolarmente studiata per le PMI, tracciare il proprio percorso graduale verso il nuovo approccio che punta essenzialmente al miglioramento delle performance aziendali. Il corso si propone di fornire gli elementi di base per comprendere ed attuare un approccio per processi nell’ambito del sistema di gestione per la qualità.

Accedi all'iscrizione

Corso B04

I REQUISITI DELLA FAMIGLIA ISO 9000 E LA LORO APPLICAZIONE: RESPONSABILITA' DELLA DIREZIONE E LEADERSHIP NELLE ISO 9000

 

La Responsabilità della Direzione e la Leadership costituiscono, due dei principi ispiratori delle norme ISO 9000; essi sono indispensabili per un’efficace applicazione dell’intera norma e sono dettagliati in numerosi requisiti specifici particolarmente importanti. Scopo del corso è di presentare sia il ‘senso’ complessivo della Responsabilità della Direzione (quali sono le responsabilità della direzione? quanto sono delegabili?), sia la messa in pratica di ciascuna delle sue singole componenti e relativi requisiti. Varie esercitazioni integrano la presentazione dei concetti e dei metodi.

 

  Accedi all'iscrizione

Corso B05

APPLICARE I REQUISITI DELLA ISO 9001:2015 PRINCIPI, CONTENUTI ED ESERCITAZIONI CORSO DI INTRODUZIONE PRATICA ALLE NORME DELLA FAMIGLIA ISO 9000

Le norme della famiglia ISO 9000 hanno assunto un’importanza a livello mondiale e costituiscono un modello riconosciuto di sistema di gestione quando l’organizzazione ha l’esigenza di dimostrare la propria capacità di fornire con regolarità prodotti e servizi che soddisfino i clienti e le parti interessate.

 

Nell’emissione della nuova norma ISO 9001:2015 è stato tenuto conto di alcuni aspetti importanti quali: il sistema socio-economico mondiale, l’aumento delle aspettative di tutte le parti interessati (non solo dei clienti), l’aumento di requisiti cogenti e di fattori in continua evoluzione che le organizzazioni si sforzano di controllare.

 

La nuova versione della ISO 9001, emessa il 15 settembre 2015, dedica particolare attenzione al contesto, all’analisi dei rischi, ai processi e alla loro efficacia, al miglioramento delle prestazioni e dei prodotti, alle aspettative ed esigenze di tutte le parti interessate. Essa rappresenta pure, in un’ottica di continua con le versioni precedenti, un passo significativo verso una versione più ampia e articolata del concetto di qualità e verso forme e modelli ancora più avanzati di gestione per la qualità.

 

LOCANDINA B05 LOCANDINA B05 [314 Kb]

Corso B06

 COME AFFRONTARE LA PIANIFICAZIONE, IL RIESAME, LA VERIFICA E LA VALIDAZIONE DELLA PROGETTAZIONE

L'organizzazione deve stabilire, atturare e mantenere un processo di progettazione e sviluppo appropiato ad assicurare la successiva fornitura di prodotti ed erogazione di servizi. Spesso le fasi di pianificazione, riesame, verifica e validazione vengono affrontate in maniera puramente formale per fornire un’evidenza plausibile al team di audit dell’Ente di Certificazione, senza riuscire a sintonizzare pienamente quanto richiesto dalla norma con il proprio modo di lavorare. La trattazione intende suggerire degli spunti per integrare i requisiti della norma nel proprio modo di lavorare senza appesantimenti formali, identificando quelle attività che assicurano la conformità alla norma e, al tempo stesso, del reale valore aggiunto al processo di progettazione. 

 Accedi all'iscrizione

Corso B07

 GLI INDICATORI DI PRESTAZIONI AZIENDALI = INDICATORI PER COMPETERE

 Disporre di adeguati indicatori di processo e di prestazione non è solo un’esigenza che nasce dall’applicazione delle norme della famiglia ISO 9000. E’ molto di più. I Responsabili, a tutti i livelli dell’organizzazione, hanno la necessità di disporre di indicatori di prestazione del business che gestiscono per prendere decisioni basate su elementi concreti e dati di fatto. Gli indicatori assumono oggi molteplici valenze: guidare il cambiamento, indirizzare e coordinare gli obiettivi, supportare la gestione interna per il conseguimento di una sempre maggiore efficienza e efficacia, ecc. Oggi, grazie anche ai sistemi informativi, le organizzazioni dispongono di diverse misure o indicatori, ma non sempre sono coerenti e bilanciati con valori, strategie, obiettivi, attività e risultati. 

 Accedi all'iscrizione

Corso B08

CORSO PER AUDITOR DI TERZA PARTE SISTEMA DI GESTIONA QUALITA' SECONDO LA UNI EN ISO 9001:2015 (40 ORE)

CORSO QUALIFICATO AICQ SICEV

Il nuovo corso per la Qualificazione degli Auditors Sistemi di gestione per la Qualita’ è stato riprogettato dall’AICQ Piemontese, per conto dell’AICQ Nazionale ed è stato recentemente validato da AICQ-SICEV. La struttura del corso è costituita da due moduli: il primo modulo della durata di 16 ore è dedicato all’esplorazione della base normativa e delle metodologie e strumentazioni valide per ogni tipo di Audit, quale che sia lo schema applicativo di riferimento (Qualità, Ambiente, Sicurezza e altre normative Iso). Il secondo modulo, di 24 ore è dedicato all’approfondimento delle competenze di Audit, con particolare riferimento al sistema di gestione per la qualità, secondo la nuova Iso 9001: 2015 e quindi ai profili applicativi della professione dell’Auditor Sistemi di Gestione per la Qualità. Numerose e significative sono le novità introdotte dal nuovo corso 40 ore, fra le quali si evidenziano:

1) Una particolare attenzione al metodo di valutazione di efficacia dei processi organizzativi, richiesta dalla Normativa Iso vigente ed in particolare dalla Iso 9001:2015, sottolineata non soltanto dalle slides esplicative, ma anche da due esercitazioni applicative, che simulano e chiariscono l’applicazione del metodo.

2) Un’ ampia e approfondita ricognizione della normativa Iso aggiornata, relativa all’Audit, con riferimento alla prima, seconda e terza parte.

3) Un’esposizione, con esempi pratici, della problematica del campionamento in Audit.

4) Un’ esposizione, con esempi pratici, delle problematiche e delle tecniche di comunicazione efficace in Audit.

5) Un approfondimento delle novità di impostazione e di applicazione della Iso 9001:2015. Il corso utilizza il metodo della didattica frontale con ampio spazio al lavoro di gruppo, sostenuto da numerosi casi di studio, simulazioni ed esercitazioni pratiche.

E’ previsto un test di accesso, a valenza indicativa, non a sbarramento, e due test finali, rispettivamente alla fine del primo e del secondo modulo.

 

Corso B09

LE INNOVAZIONI DELLA NUOVA ISO 19011:2018

‘Linee guide per gli audit dei sistemi di gestione’

La ISO 19011 del 2011, che pur aveva anticipato vari concetti poi recepiti nella Struttura ad alto livello e nella ISO 9001:2015, era stata poco capita e non largamente applicata. La nuova edizione 2018 della ISO 19011, al momento in fase di FDIS, valorizza quei contenuti, li aggiorna e incrementa, e si propone come strumento essenziale per recepire in fase di audit interno i nuovi contenuti della Struttura di Alto Livello e relative Norme, e applicarli in modo coerente e innovativo. Con l’obiettivo di valorizzare maggiormente il ruolo dell’audit interno nei Sistemi di Gestione e aumentarne significativamente il valore aggiunto. I cambiamenti introdotti sono particolarmente importanti e comportano significative innovazioni nell’impostazione e nell’esecuzione degli audit interni; accentuando inoltre la differenza e la complementarietà rispetto agli audit di parte terza. 

 

LOCANDINA B09 LOCANDINA B09 [378 Kb]

Corso B11

COME AUMENTARE I BENEFICI ECONOMICI DELLA QUALITA': LA NORMA ISO 10014

Il corso, dopo aver richiamato le tappe principali dell'evoluzione della tematica sull'economia della Qualità, presenta il contenuto della Norma stessa attraverso i suoi blocchi principali: la nuova griglia di maturità, il doppio questionario di autovalutazione, il metodo Radar, la ricca biblioteca degli strumenti disponibili per trarre benefici economici da quanto individuato. Si passa quindi, mediante esercitazioni, a provare ad applicare il metodo e ad approfondire l'utilizzo di strumenti, tra quelli ritenuti più idonei.

Accedi all'iscrizione

Corso B13

CORSO SULLA ISO 9004:2009. GESTIRE UN'ORGANIZZAZIONE PER IL SUCCESSO DUREVOLE - L'APPROCCIO DELLA GESTIONE PER LA QUALITA'

 La norma intende fornire un aiuto di sostanza alle organizzazioni interessate a raggiungere i propri obiettivi nel proprio contesto esterno. Poiché questo contesto in moltissimi casi è ormai estremamente dinamico e competitivo, la norma assegna grande importanza alla strategia, all’innovazione ed all’apprendimento. La norma fornisce quindi una prospettiva di gestione per la qualità più ampia rispetto alla ISO 9001.

Accedi all'iscrizione

Corso B17

 CORSO DI FORMAZIONE PER AUDITOR DEI SISTEMI DI GESTIONE AMBIENTALE (40 ORE MODULARE)

 Il corso è organizzato per rispondere alla richiesta di formazione ed addestramento sulle metodologie di esecuzione delle Verifiche Ispettive secondo la norma UNI EN ISO 19011, applicata alla valutazione e sorveglianza di sistemi di gestione ambientali realizzati in conformità alla norma ISO 14001.

 Accedi all'iscrizione

Corso B21

I REQUISITI DELLA FAMIGLIA ISO 9000: MISURE E INDICATORI

La misurazione è uno dei Principi della Gestione per la Qualità, ed è alla base del miglioramento (senza misurazione non si migliora), e può essere una importante opportunità per le aziende. Che cosa misurare? Che cosa (di importante) "non stiamo misurando"? Perché misurare? Come
misurare? La coppia coerente di norme 9000 e 9004 introduce alcuni requisiti generali e fissa alcuni “tipi” di misurazioni che vengono ora espressamente richiesti. Essi sono: la soddisfazione dei clienti, i processi, i prodotti, le verifiche ispettive.

Accedi all'iscrizione

Corso B22

I REQUISITI DELLA FAMIGLIA ISO 9000: IL MIGLIORAMENTO CONTINUO (I REQUISITI, LA LOGICA, L'APPLICAZIONE)

Il miglioramento continuo costituisce, nelle norme della famiglia ISO 9000, uno dei “principi ispiratori” ed è inserito in numerosi requisiti specifici particolarmente importanti. Questo corso si propone di mettere a fuoco il significato e illustrare le sue applicazioni operative: che cosa migliorare e decidere di migliorare? A quale livello? Quanto migliorare, come migliorare? Quest'ultimo quesito apre il ventaglio delle tecniche, dal miglioramento continuo a quello a grandi passi, dall'autovalutazione al benchmarking.

Accedi all'iscrizione

Corso B24

GLI STRUMENTI PIU' IMPORTANTI PER IL MIGLIORAMENTO

Il miglioramento continuo rappresenta uno degli otto principi fondamentali considerati dalle norme della famiglia ISO 9000 per la gestione del Sistema Qualità. Le azioni per il miglioramento continuo dovrebbero diventare quindi un obiettivo permanente
dell'organizzazione e comprendere i seguenti passi:
- creazione della motivazione per il miglioramento;
- valutazione dell'efficacia e dell'efficienza del processo esistente;
- individuazione delle cause di problemi;
- individuazione delle possibili soluzioni;
- valutazione dei risultati ottenuti;
- consolidamento delle nuove soluzioni;
- valutazione dell'efficienza del nuovo processo e dell'efficacia delle azioni di miglioramento.

Accedi all'iscrizione

Corso B26

EXECUTIVE AUDITOR: LA NUOVA FRONTIERA DELL'AUDITOR

Il mondo dei sistemi di gestione, in particolare per la qualifica degli auditor, da sempre ha regolamentato i criteri di certificazione degli addetti. In particolare con l’evoluzione del mondo aziendale verso i temi organizzativi si sono evidenziate delle esigenze di formazione aggiuntive per soddisfare le competenze richieste.  

Accedi all'iscrizione

Corso B27

LE REGOLE DELLA VALUTAZIONE ED ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' ED I SUOI PROCESSI

Il corso presenta i concetti generali unificanti che sono ora alla base dei metodi (“l'approccio funzionale”) ed i metodi descritti dalle nuove Normative per i singoli campi, tra cui: la certificazione dei prodotti, l'accreditamento degli Organismi di Certificazione (la ISO 17021), l'accreditamento dei Laboratori, la dichiarazione di conformità del Fornitore, la certificazione del Personale. Viene considerato sia l'ambito volontario che quello cogente, retto dalle direttive Europee sul Nuovo approccio (in larga misura già allineate alla Normativa internazionale).

Accedi all'iscrizione

Corso B32

CORSO DI AGGIORNAMENTO UNI EN 9001:2015

DEFINIZIONE DEL CONTESTO INTERNO ED ESTERNO DELL'ORGANIZZAZIONE DELL'AZIENDA ALLA LUCE DELLA NUOVA ISO 9001:2015

CORSO CON IL PATROCINIO DI ACCREDIA

Il corso intende fornire indicazioni sulla struttura di alto livello (HLS) imposta da ISO per tutte le nuove norme sui Sistemi di Gestione e in particolare pone l’attenzione sulla definizione del contesto Interno ed Esterno dell’organizzazione dell’azienda.

Obiettivi: alla luce delle novità introdotte dalla nuova ISO 9001:2015, trasferire conoscenze e metodologie relative a come gestire i fattori interni ed esterni che possono influenzare il raggiungimento dei risultati attesi nell’ambito del proprio SGQ. Aiutare a definire un corretto ed efficace processo di audit tenendo conto della molteplicità di approcci concettuali e operativi, che l’auditor potrebbe incontrare nelle organizzazioni.

Corso B33

ISO 9001:2015 I CAMBIAMENTI INTRODOTTI, PER PREPARARSI AD APPLICARLI

La nuova edizione della norma è il risultato di un ripensamento mondiale su quanto acquisito dall’esperienza dell’edizione precedente e sui connessi punti di forza e di debolezza; ma anche sull’esame delle modifiche intervenute nel contesto complessivo in cui le organizzazioni debbono operare e sulle evoluzioni attese.

L’obiettivo più importante dei cambiamenti è quello di aumentare il valore aggiunto che la norma, e la sua certificazione, apportano e possono ulteriormente apportare alle organizzazioni; e nello stesso tempo cogliere l’obiettivo di aumentare la credibilità delle certificazioni, dovendo meglio verificare e quantificare i risultati prodotti dalla adozione del sistema e da una maggior trasparenza e visibilità dei risultati ottenuti.

Nuove importanti modifiche introdotte nella Norma mostrano la coerenza con tali obiettivi generali; ogni organizzazione deve definire, in modo molto più preciso che in precedenza, quali sono gli obiettivi che il proprio sistema vuole ottenere, e verificarne l’ottenimento; il Sistema è valutato per i risultati che ottiene, prima che per gli adempimenti che mette in atto!

Appare pertanto necessario acquisire consapevolezza congiunta delle modifiche introdotte, degli obiettivi che ci si ripromette di raggiungere e la misura del loro raggiungimento, cioè la valutazione concreta dell’efficacia del sistema.

B33_2016 B33_2016 [219 Kb]

Corso B35

HIGH LEVEL STRUCTURE E RISK MANAGEMENT ALLA LUCE DELLE NUOVE NORME ISO

CORSO CON IL PATROCINIO DI ACCREDIA

La proposta formativa affronta una delle quattro tematiche più importanti alla base della nuova ISO 9001:2015 ed ha come obiettivi: 

•  Preparare ed aggiornare i partecipanti in merito alla Struttura ad Alto Livello (HLS), pertinente sia alle nuove norme che alla revisione di quelle esistenti, con particolare attenzione agli aspetti relativi alla Gestione del Rischio e alle loro implicazioni. 

 • Preparare ed aggiornare i partecipanti in merito agli strumenti ed alla visione di insieme necessaria ad attuare, valutare e supportare Sistemi di Gestione coerenti e in linea con i nuovi requisiti. 

 

B35_2016 B35_2016 [142 Kb]