Home » Catalogo Corsi 2018 » Schede Corsi Codice G

Schede Corsi Codice G

Corso G01

COME SVILUPPARE LA DOCUMENTAZIONE DEL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE ISO 14001:2015/EMAS: ANALISI DEL CONTESTO E DELLE PARTI INTERESSATE, DETERMINAZIONE DEGLI ASPETTI AMBIENTALI E GESTIONE DEI RISCHI. I DOCUMENTI DI SISTEMA, LA DICHIARAZIONE AMBIENTALE. (correlazioni tra Sistema di Gestione ambientale e Modello Organizzativo a fronte del D.lgs. 231/2001 in riferimento ai reati ambientali)

Le principali novità per il SGA derivano dal contenuto dell’High Level Structure e saranno comuni a tutte le norme sui Sistemi di Gestione (Ambiente, Qualità, Salute e sicurezza, …).

Nell’ottica della prevenzione dei rischi che derivano da reati ambientali, vengono prese in esame le correlazioni tra Sistema di Gestione ambientale e Modello Organizzativo a fronte del D.lgs. 231/2001  

La Dichiarazione Ambientale - Le Organizzazioni che vogliono conseguire una registrazione EMAS, dovranno preparare una Dichiarazione Ambientale da rendere pubblica dopo la convalida.

Il corso è particolarmente indicato per coloro che desiderano avere indicazioni su cosa significa in concreto sviluppare un Sistema di Gestione Ambientale conforme alla norma UNI EN ISO 14001:2015.

Futuri Responsabili del SGA, Consulenti, futuri Auditor ambientali interni.

G01 Rev 2015 G01 Rev 2015 [286 Kb]

Corso G02

LA VALUTAZIONE DELLA CONFORMITA' LEGISLATIVA AMBIENTALE: UNA ANALISI SINTETICA DEI PRINCIPALI ADEMPIMENTI PER LE ORGANIZZAZIONI

La conformità legislativa è un obbligo per tutte le Organizzazioni, e rappresenta una condizione di base per la Certificazione ambientale.

L' edizione 2015 della UNI EN ISO 14001, ancora una volta, mette in evidenza come uno degli scopi del Sistema di Gestione Ambientale sia quello di assicurare e mantenere nel tempo la conformità legislativa.

La legislazione ambientale italiana, di origine Europea e Nazionale è vasta e articolata, e prevede per le Organizzazioni una numerosa serie di adempimenti che attengono ad una corretta Gestione d'Impresa, anche alla luce del D.lgs. 231/2011 per quanto riguarda i reati ambientali.

Sulla base di uno schema generale predisposta tenendo presente quali possono essere le leggi applicabili per i vari settori, da verificare in sede di Audit per la Certificazione UNI EN ISO 14001:2015, vengono presi in esame quali sono le Autorizzazioni e gli adempimenti ambientali tipici delle Organizzazioni in relazione alle varie matrici ambientali (emissioni in atmosfera, scarichi idrici, rumore, rifiuti, antincendio, sostanze pericolose, etc.).

Accedi all'iscrizione

G02_2015 G02_2015 [247 Kb]

Corso G04

CORSO DI FORMAZIONE PER AUDITOR INTERNI DEL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE SECONDO LE NORME UNI EN ISO 14001:2015 e UNI EN ISO 19011:2012

 Qualunque processo o attività che si prefigga di raggiungere certi obiettivi richiede che si verifichi se ci si discosta o meno dal raggiungimento dei risultati attesi. Non si sottrae a questa esigenza un SGA, che attraverso riscontri effettuati con le attività di Audit rende possibile questa verifica e mette a disposizione dell’azienda gli elementi necessari a prevenire gli scostamenti possibili da quanto definito nella politica aziendale e per la definizione delle azioni correttive o di miglioramento da intraprendere al fine di riadeguarsi a quanto pianificato.

L’Audit è lo strumento che, una volta attuato il SGA, consente di valutarne l’efficacia.

Durante lo svolgimento del corso vengono trattati i punti della norma UNI EN ISO 14001:2015 Sistemi di gestione ambientale - Requisiti e guida per l'uso, della UNI EN ISO 19011:2012 Linea guida per gli audit dei Sistemi di Gestione e della la UNI CEI ISO/IEC TS 17021-2 Requisiti di competenza per le attività di audit e la certificazione di sistemi di gestione ambientale, fornendo la preparazione specifica per organizzare ed eseguire Audit interni e di seconda parte, dando spazio anche alla trattazione dell’attività di follow – up come importante conclusione delle attività di Audit. Durante il corso si tengono esercitazioni ed al termine un esame, per valutare il livello di apprendimento raggiunto.

 

Accedi all'iscrizione

G04_2015 G04_2015 [324 Kb]

Corso G05

CORSO PRATICO DI APPRENDIMENTO DELLA NORMA UNI CEI/IEC 27001 E ISO/IEC 17799

Il corso si prefigge di far apprendere ai partecipanti l’importanza del controllo della sicurezza delle informazioni in tutti i settori e di disporre di una conoscenza approfondita dei requisiti, degli obiettivi e dei controlli stabiliti dalla norma ISO/IEC 27001:2013; mira inoltre a far conoscere i sistemi di gestione documentati per il controllo della sicurezza dell’informazione nonché i criteri e gli approcci per il Risk Assessment (analisi e valutazione dei rischi) e tutte le fasi relative al trattamento dei rischi (piano di gestione dei Rischi e del Business Continuità Management) per la sicurezza dell’informazione. Il corso è destinato a tutti coloro che intendono condurre verifiche e diventare responsabili di gruppi di verifica di Sistemi di gestione per la Sicurezza dell’Informazione. È inoltre utile per coloro che sono interessati a progettare e a mettere in atto i Sistemi di Gestione conformi alla ISO/IEC 27001:2013.

Accedi all'iscrizione

Corso G06

LO STANDARD BS OHSAS 18001/2007 COME STRUMENTO DEL T.U. SULLA SICUREZZA D.LGS. 81-8 (ART.30) PER ORGANIZZARE ED IMPLEMENTARE UN SISTEMA DI GESTIONE PER LA SICUREZZA DI CUI AL D.LGS. 231-2001 INTEGRATO COL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA' UNI EN ISO 9001

La maggior parte delle organizzazioni che hanno già implementato un Sistema di Gestione per la Qualità UNI EN ISO 9001 hanno la possibilità di allineare o integrare i relativi requisiti con quelli attinenti il Sistema di Gestione per la salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro BS OHSAS 18001 come anche suggerito e raccomandato dalla norma ISO stessa. Inoltre il T.U. D.Lgs 81-08 contempla l’introduzione della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche alle violazioni delle norme antinfortunistiche come da D.Lgs 231-2001 a meno che non abbiano adottato “idonei” modelli organizzativi come lo Standard BS OHSAS 18001. Si presenta pertanto l’opportunità di sfruttare gli elementi già esistenti come punto di partenza portando indiscussi vantaggi ai Sistemi coinvolti razionalizzando le tematiche comuni.

Accedi all'iscrizione

G06_2016 G06_2016 [141 Kb]

Corso G07

CORSO DI FORMAZIONE PER AUDITOR INTERNI DEL SISTEMA DI GESTIONE PER LA SICUREZZA IN CONFORMITA' ALLO STANDARD BS OHSAS 18001/2007

Il D.Lgs. 81/08 mette in evidenza la necessità, sottolineandone l’obbligo, di formare i responsabili e gli addetti al Servizio Prevenzione e Protezione su diversi temi tra cui la conoscenza dei Sistemi di Gestione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro per tenere sotto controllo la verifica dell’efficacia delle azioni prese nell’ottica della prevenzione e del miglioramento continuo.

L’Audit è lo strumento che, una volta attuato il SGSSL, consente di valutare questa efficacia. Lo Standard BS OHSAS 18001/2007 prevede una appropriata preparazione per il personale che sarà adibito agli audit interni. 

Accedi all'iscrizione

G07_2016 G07_2016 [148 Kb]

Corso G08

LA RESPONSABILITA' SOCIALE DELLE AZIENDE SA 8000:2014 E CORRELAZIONI CON LA LINEA GUIDA 26000 (Guida alla Responsabilità Sociale)  Interazione con D.Lgs 81-08 Salute e Sicurezza sui luoghi di lavoro

Sono sempre più numerose le aziende che non solo a parole ma anche nei comportamenti si dimostrano sensibili ai temi del sociale e dell'ambiente. Le aziende non possono più essere viste solo come delle organizzazioni finalizzate all'ottenimento di risultati economici ma vanno anche considerate alla luce di un compendio più ampio in relazione al contesto in cui operano. Anche se la loro responsabilità principale è quella di generare profitti, le imprese possono al tempo stesso contribuire ad obiettivi e alla tutela dell'ambiente. I consumatori vogliono non solo acquistare prodotti corretti e sicuri, ma anche sapere che essi sono stati fabbricati secondo criteri socialmente responsabili. Il T.U. D.lgs 81-08 soddisfa il requisito 3 della SA 8000 che fa’ riferimento alla Salute e Sicurezza. Con la norma SA 8000 i confini della certificazione hanno raggiunto anche l'impegno etico delle imprese.

Accedi all'iscrizione

G08_2016 G08_2016 [161 Kb]

Corso G10

 LA VALUTAZIONE DELLA CONFORMITA' LEGISLATIVA DEI SISTEMI DI GESTIONE PER LA SALUTE E SICUREZZA

Il corso è organizzato per offrire un’analisi dei principali adempimenti comuni a tutte le Organizzazioni. Si fornirà una visione panoramica delle Cogenze che impattano sulla Gestione per la Salute e la Sicurezza e verranno proposti degli strumenti e dei metodi  per il monitoraggio degli Adempimenti.

Accedi all'iscrizione

Corso G11

GESTIONE CONSAPEVOLE DI UN'IMPRESA: IL RISK MANAGEMENT COME ELEMENTO PORTANTE

La gestione di un’organizzazione richiede di coordinare tutti i vari aspetti delle attività aziendali in un sistema che consenta di governare e tenere sotto controllo i propri processi ed i rischi connessi. Le norme internazionali sinora disponibili affrontano singolarmente i diversi aspetti delle attività fornendo requisiti legati alla qualità, ambiente, salute e sicurezza. I rischi legati all’attività di un’organizzazione sono numerosi e riguardano tutti i processi aziendali: dai rischi finanziari a quelli legati al prodotto, alla capacità produttiva, alla sicurezza e salute dei lavoratori, dei clienti e della collettività, rischi ambientali. Sempre più spesso si sente parlare di “Gestione Integrata dei Rischi di Azienda”, attraverso una metodologia comune applicabile alle varie tipologie di rischio. Si può parlare ancora di sistemi separati di gestione per una stessa organizzazione? Un sistema di gestione integrata può consentire di tenere sotto controllo tutti i processi aziendali ed i rischi connessi?

Accedi all'iscrizione

Corso G12

 IMPLEMENTARE UN SISTEMA DI GESTIONE PRIVACY E CONOSCENZA DELLA NORMATIVA

In occasione dell'avvento del nuovo regolamento europeo sulla Privacy e grande disinformazione in merito agli argomenti normativi applicabili nei settori merceologici più diversi, il corso si propone di sviluppare le competenze competenze e conoscenze normative, di illustrare la situazione attuale e le modifiche previste, di  sensibilizzare gli  interessati e fornire strumenti per una corretta gestione.

Accedi all'iscrizione

Corso G13

FORMAZIONE PER FORMATORI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO (con riferimento al Decreto Interministeriale del 6 marzo 2013)

 Il corso di formazione per formatori è in linea con i “Criteri di qualificazione della figura del formatore per la salute e sicurezza sul lavoro”, approvati il 18 aprile 2012 dalla Commissione Consultiva Permanente ai sensi dell’art. 6, comma 8, lettera m-bis del D. Lgs. n. 81/2008 e s.m.i, per le fattispecie di cui agli artt. 34 e 37. Il corso si propone di fornire ai partecipanti una cornice teorica di riferimento entro cui agire, sperimentando inoltre tecniche, metodologie e strumenti indispensabili per erogare interventi formativi utili ed efficaci in materia di salute e sicurezza sul lavoro nei diversi contesti produttivi.

Accedi all'iscrizione 

Corso G14

PROGETTAZIONE E IMPLEMENTAZIONE DEL SISTEMA DI GESTIONE PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI IN CONFORMITA' ALLA NORMA ISO 27001:2013 

Progettare e realizzare il Sistema di Gestione per la Sicurezza delle Informazioni conforme alla ISO 27001: 2013 richiede conoscenze e competenze specifiche sia sulla struttura nuova introdotta dall’Annex SL sia sui concetti del Risk Management applicato alla sicurezza delle informazioni. Il corso segue l’approccio dell’apprendimento pratico dei requisiti della norma ISO 27001: 2013. La spiegazione teorica dei requisiti si alterna puntualmente con esercizi pratici per trasferire ai discenti il knowhow e l’esperienza necessaria per progettare, implementare e gestire il Sistema di Gestione per la Sicurezza dell’Informazione.

Accedi all'iscrizione

Corso G15

CORSO PER AUDITOR E LEAD AUDITOR INTERNI PER LA VALUTAZIONE DELLA CONFORMITA' DEL SISTEMA DI GESTIONE PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI ALLA ISO/IEC 27001:2013

Le norme UNI/EN/ISO 19011:2012 e la norma ISO/IEC 27001:2013, richiedono che gli Auditor e i Lead auditor interni debbano avere le competenze adeguate per pianificare, condurre e documentare gli audit interni. Le competenze teoriche devono essere completate da quelle pratiche e dall’esperienza. Il corso fornirà ai discenti le competenze teoriche e la capacità pratica basata sull’esperienza del docente per eseguire audit interni ad alto valore aggiunto.

Accedi all'iscrizione

Corso G16

FORMAZIONE PRATICA AUDITOR DI PRIMA E SECONDA PARTE

Il corso è dedicato a coloro che già conoscono i principi della Responsabilità Sociale e la norma SA 8000 e desiderano acquisire la competenza necessaria per svolgere audit interni e audit a fornitori, contribuendo alla diffusione dei principi di responsabilità sociale nella catena di fornitura. Oltre alla teoria dell’auditing SA 8000, questa parte è dedicata a casi di studio ed esercitazioni pratiche.

Accedi all'iscrizione

Corso G18

 L’ EVOLUZIONE DELLA NORMA SA 8000 E I CAMBIAMENTI APPORTATI ALL’ EDIZIONE 2014 

 Il corso è dedicato a coloro che già conoscono i principi della Responsabilità Sociale e la norma SA 8000 e desiderano essere aggiornati sui requisiti della norma nell’edizione attualmente in vigore, alla luce dei cambiamenti generati dallo sviluppo della Responsabilità Sociale nel contesto.

 

 

 

Accedi all'iscrizione

Corso G19

CORSO DI FORMAZIONE PER AUDITOR DI GESTIONE PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI (40 ORE)

Il corso è organizzato per rispondere alla richiesta di formazione ed addestramento sulle metodologie di esecuzione delle verifiche ispettive secondo la norma UNI EN ISO 19011, applicata alla valutazione e sorveglianza di Sistemi di Gestione della Sicurezza delle Informazioni realizzati in conformità alle norme della famiglia ISO/IEC 27000:2013.

Accedi all'iscrizione

Corso G20

CORSO PER VALUTATORI SISTEMI DI GESTIONE PER LA SICUREZZA - SAFETY AUDITOR - BS OHSAS 18001:2007 (40 ORE) 

Il corso si propone di fornire la preparazione specifica per l’organizzazione e l’esecuzione degli audit secondo lo standard BS OHSAS 18001:2007 e la Linea Guida ISO 19011. Durante il corso vengono presentate le principali tecniche di auditing con esercitazioni pratiche di gruppo, simulazioni di audit e preparazione della relativa documentazione. Il corso ha come obiettivo la formazione e l’addestramento di Auditor interni e per conto di terza parte in grado di valutare i Sistema di Gestione della Sicurezza.

Accedi all'iscrizione

G20_2016 G20_2016 [219 Kb]

Corso G21

D.LGS. N. 231/2001 E S.M.I. LA RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA DA REATO DEGLI ENTI ELEMENTI FONDAMENTALI E APPLICAZIONI DEL DECRETO (Il corso è valido per l’aggiornamento RSPP/ASPP – 8 ore)

 Il corso mira a delineare gli elementi fondamentali del Decreto, al fine di consentire ai partecipanti di acquisire le conoscenze e le competenze di base necessarie per la corretta applicazione pratica delle prescrizioni del Modello Organizzativo di Gestione e Controllo e favorire il flusso informativo fra le diverse funzioni aziendali ed in particolare da e verso l’Organismo di Vigilanza e Controllo (OdV).

Accedi all'iscrizione

Corso G22

INTRODUZIONE AL LCA, GHG E NORME ISO RELATIVE 14040 E 14064

In un ambiente ormai congestionato, sfruttato ed inquinato sta prendendo sempre più spazio una coscienza sociale rivolta alla tutela ambientale.
In questo contesto sono maturate diverse metodologie di analisi e di progettazione. La LCA (Life Cycle Assessment) supportata dalla relativa serie delle norme ISO 14040, e l'analisi dell'emission trading e dell'effetto serra (GHG, Greenhousegas) supportate dalla relativa serie delle norme ISO 14064, permettono alle aziende ed enti pubblici di migliorare le loro performance in campo ambientale aumentando così la loro competitività.
Questo corso vuole essere una guida introduttiva a tali metodologie, fornendo degli strumenti per un approccio sistemico.

Accedi all'iscrizione

Corso G23

INTRODUZIONE ALLA DIGITALIZZAZIONE E CONSERVAZIONE DOCUMENTALE

Il corso ha per obiettivo la formazione e qualificazione di responsabili e delegati della conservazione dei documenti. Si ricorda infatti che la stessa Agid ha fornito delle linee guide e dei requisiti necessari e sufficienti per svolgere il ruolo di responsabile della conservazione con competenze provanti. L'obiettivo del corso è anche quello di formare persone con capacità di gestire nel modo più semplice e certo possibile, i processi di dematerializzazione.

 

Accedi all'iscrizione

Corso G25

CORSO DI FORMAZIONE RICONOSCIUTO AICQ SICEV PER AUDITOR/ESPERTI 231 DI MODELLI DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE (40 ore) D. Lgs. N. 231/2001 E MEMBRI ORGANISMI DI VIGILANZA

l Dlgs. 8 giugno 2001 n. 231 prevede a fini di prevenzione e quale esimente dalla possibile responsabilità amministrativa degli enti, derivante da reati presupposto ascrivibili a loro rappresentanti e dirigenti, la possibilità per le aziende la realizzare un MOG – Modello Organizzativo e Gestionale conforme alle indicazioni di legge, e la cui efficace e corretta implementazione sia garantita dai membri degli Organismi di Vigilanza. Tenuto da panel di avvocati ed esperti tecnici e con la collaborazione l’ Organismo di Certificazione CERTIQUALITY, il corso di AICQ Centro Nord ha come obiettivo l’approfondimento delle previsioni normative e tecniche utili alla progettazione, corretto sviluppo del MOG n. 231/2001, e sua successiva verifica di conforme ed efficace implementazione. Durante il corso verranno analizzate le normative cogenti collegate ai reati presupposto di cui al Dlgs. n. 231/2001, forniti esempi e casi pratici di gestione dei rischi e di risk assessment, trasferite le best practices utili alla progettazione del Modello Organizzativo 231/2001 e le principali tecnicalità per l’ Auditing a norma 231/2001. Dal un taglio teorico pratico, il corso prevede esercitazioni pratiche di gruppo, simulazioni di Audit e preparazione della documentazione relativa, con riferimento, anche alle “Linee Guida sugli audit dei sistemi di gestione UNI EN ISO 19011:2012” applicabili. E’ finalizzato alla formazione e l’addestramento di professionisti e consulenti d’azienda quali Auditor/Esperti 231 e Membri di Organismi di Vigilanza.

Accedi all'iscrizione

Corso G26

 CORSO DI FORMAZIONE PER AUDITOR INTERNI DI UN SISTEMA PRIVACY

Il corso tratterà dell'articolo 29 D.Lgs. 196/03 approfondendo inoltre il ruolo del DPO (Data Protection Officer). In aggiunta, sarà analizzato il Regaolamento Europeo approvato il 12 marzo 2014. La pianificazione, l'organizzazione e l'esecuzione delle verifiche ispettive interne sono attività difficili, che richiedono un'adeguata preparazione sui principi e sulle tecniche specifiche delle verifiche ispettive soprattutto per un tema così delicato. 

Accedi all'iscrizione

Corso G28

SICUREZZA LASER: NOZIONI DI BASE, MISURE DI SICUREZZA, REQUISITI LEGISLATIVI E NORMATIVI, VALUTAZIONE DEI RISCHI

Il corso intende fornire informazioni corrette riguardo all’impiego delle apparecchiature laser in condizioni di sicurezza. Si vuole mettere l’utente in condizioni di saper gestire in sicurezza le apparecchiature laser e di capire come adempiere ai requisiti legislativi e normativi. Il corso fornisce anche una conoscenza degli effetti biologici della radiazione laser, in modo da rendere consapevole l’utente del reale livello di rischio della propria apparecchiatura laser.

Accedi all'iscrizione

Corso G31

RESPONSABILITA' SOCIALE - GUIDA ALL'APPLICAZIONE DELLA ISO 26000

L’emissione della Norma ISO 26.000 “ Guida alla responsabilità sociale” ha creato un punto di discontinuità tra il prima e il dopo: la norma infatti è diventata un riferimento assoluto per il ruolo sociale delle organizzazioni, per le relazioni con le Parti Interessate e come carta dei valori per i diritti umani. La ISO 26000 propone una visione d’insieme per affrontare i temi chiave della Responsabilità Sociale e una sequenza di passi che comprendono il rapporto continuo con le parti interessate, l'individuazione delle priorità dell’organizzazione, il piano d’azione e la sua articolazione capillare nella propria organizzazione e nei suoi processi, l’attuazione e l’avanzamento.

Accedi all'iscrizione

Corso G32

LA NUOVA ISO 14001:2015. NOVITA' E OPPORTUNITA' PER LE ORGANIZZAZIONI: UN PERCORSO VERSO LA SOSTENIBILITA'

La principali novità derivano dal contenuto dell’High Level Structure e saranno comuni a tutte le norme sui Sistemi di Gestione (Ambiente, Qualità, Salute e sicurezza, etc…).

  • Definizione del contesto dell’Organizzazione
  • Definizione di quali sono le parti interessate e identificazione /valutazione dei loro bisogni/aspettative.
  • Approccio alla gestione del rischio finalizzata non solo a governare le minacce che potrebbero impedire il raggiungimento degli obiettivi stabiliti, ma anche a cogliere e valorizzare le opportunità correlate.
  • L’Alta Direzione viene chiamata ad un pieno coinvolgimento nell’attuazione del SGA ed ad una chiara delega per lo svolgimento delle attività concernenti la sua efficacia a persone con ruoli di leadership in grado di promuovere al meglio il SGA all’interno dell’Organizzazione.
  • Si evidenzia un’accresciuta importanza della gestione ambientale nei processi di pianificazione strategica dell’Organizzazione.
  • Una volta identificate come priorità, le azioni per mitigare i rischi sfavorevoli o per sfruttare le opportunità favorevoli devono essere integrate nella pianificazione operativa.
  • L’aspettativa sull’Organizzazione è stata estesa all’impegno in iniziative proattive per proteggere l’ambiente dai danni e dal degrado in modo coerente con il contesto dell’Organizzazione.

L'obiettivo è fornire una prima indicazione sulle novità della ISO 14001:2015 e sull’approccio da tenere da parte delle Organizzazioni per la transizione alla nuova struttura del Sistema di Gestione. 

I destinatari sono tutte le figure professionali che si occupano del Sistema di Gestione ambientale: Imprenditori, Responsabili aziendali del Sistema, Risk Manager, Auditor interni e di 3a parte, funzioni della P.A. interessate al governo e al controllo del territorio dal punto di vista ambientale.

 

 Accedi all'iscrizione

G32 14001_2015 G32 14001_2015 [392 Kb]

Corso G33

IDENTIFICAZIONE E VALUTAZIONE DEI RISCHI STRATEGICI E OPERATIVI IN RIFERIMENTO ALLA NUOVA ISO 9001:2015

CORSO CON IL PATROCINIO DI ACCREDIA 

La struttura di alto livello (HLS) imposta da ISO per tutte le nuove norme sui Sistemi di Gestione, o per le revisioni delle stesse, ha, tra le novità più significative, l’introduzione di nuovi requisiti che fanno esplicito riferimento al rischio ed alla sua gestione. Questo ha comportato, per gli esperti che hanno affrontato la revisione della ISO 9001, una iniziale difficoltà, superata brillantemente attraverso la consapevolezza che in realtà non si trattava di introdurre un nuovo requisito, ma soltanto di rendere esplicito ciò che più o meno inconsapevolmente veniva già di fatto affrontato nell’ambito dell’applicazione delle precedenti edizioni sia della ISO 9001, sia della ISO 14001. Peraltro un SGQ o un SGA erano, sin da allora, già nelle precedenti edizioni, strumenti per tenere sotto controllo i rischi per la qualità e per l’ambiente rispettivamente. Per far comprendere appieno la nuova filosofia, la ISO 9001:2015 ha descritto in modo sufficientemente chiaro, tra l’introduzione e l’appendice “A” al testo della norma, quello che si rivela essere un approccio culturale di base legato a qualsiasi decisione (dalla più banale alla più critica), che gli esseri umani (e non solo) sono costantemente impegnati ad affrontare. Questo approccio culturale, che fa parte del DNA di tutti noi, nell’ambito della ISO 9001:2015 è stato identificato come “Atteggiamento Mentale Orientato al Rischio” o nella accezione originale inglese come “Risk-Based Thinking”. Purtroppo in letteratura e tra le norme ISO e IEC si trovano punti di vista sul rischio diversi e, a volte, parzialmente contrastanti tra loro. Il corso intende fornire indicazioni su quella che è  l’interpretazione della ISO 9001:2015 legata al Risk-Based Thinking e su come questa interpretazione possa essere applicata universalmente, nonostante le diverse prospettive con cui il rischio viene affrontato in ambienti differenti.

G33_2016 G33_2016 [646 Kb]